nwlocandina3

BANNER
      
      

A+ A A-

L'Ingorgo

Sì Filobus, No Filobus, Variante 23, migliaia di emendamenti, ma la colonna sonora delle scelte urbanistiche della politica, nella sua grande maggioranza (che comprende anche vaste aree dell’opposizione) è la conversione a “commerciale” e in taluni casi a “servizi”, tipo l’alberghiero o il "ricreativo", di diverse aree che in passato furono industriali (Tiberghien, Tabacchi, Magazzini Ferroviari).

Sulla sostenibilità di luoghi dove lavorano sempre in meno, ma tutti sono chiamati a comprare, occorrerebbe interrogarsi di più, ma pensare, in questa città, è diventata un'occupazione eversiva.

E’ impossibile affrontare, ad esempio, la questione del Filobus senza immaginare prima a quale città dovrebbe servire, se per caso, da quando è stato pensato il progetto, Verona abbia mutato di forma (economica, logistica, sociale). Se diversi “cambi” collocati su una linea di una ventina di chilometri sono compatibili con le attuali necessità di spostamento, se la tecnologia prevista non sia ormai obsoleta, se la promiscuità tra automobili e nuovo mezzo collettivo sulle strade comuni consentirà una velocizzazione o provocherà un ulteriore rallentamento del traffico.

Qualsiasi cosa abbiamo provato a dire sul "sistema" della mobilità si è scontrata contro posizioni magari opposte, ma sempre “a priori”. L’idea che il privato che investe abbia sempre la precedenza, talvolta anche sul buon senso e la salute pubblica, non è radicata solo nell’amministrazione, ma anche nella beneamata e trasversale “Veronesità”.

Nonostante tutto abbiamo preparato e inviato all’amministrazione un documento (vedi allegato) che elenca le nostre preoccupazioni sul traffico, in particolare sulla zona Est di Verona. Via Unità d’Italia è un esempio luminoso di mancata programmazione, visione economica a “senso unico”, prossimi ingorghi e conseguente deterioramento ambientale.

Il fatto apparirebbe evidente, esaminati in modo analitico i singoli interventi e il loro "combinato disposto", ma per chi pratica il gioco delle parti, non è la realtà il vero oggetto del contendere.


  PUMS

e-max.it: your social media marketing partner